Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira
Comunità Cristiana di San Nicolò e San Marco di Mira

Vicariato di Gambarare, Patriarcato di Venezia

ORARIO S. MESSE

SAN NICOLO'

     Festive:  8:00-9:30-11:00-18:30
    •  Prefestive sabato:  18:30
  •  Feriali:   18:00
    •  Celebrazioni
    • SAN MARCO

         Festive:  10:45
      •  Prefestive sabato:  17:30
      •  Feriali:  8:30
      • Monastero Agostiniane
          •  Festive:  9:00
          •  Feriali:  7:00

GREST 2019

DOCUMENTI


dichiarazione per il padrino o madrina


slide dell'incontro sull'Unione Europea

GRUPPO SCOUT MIRA 2

CALENDARIO ATTIVITA'

GIOVANI SUPERIORI

FOTO NEWS


SANTI PORTA ACCANTO


SCUOLA SAN PIO X


SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER L'ANNO 2019-20

CENTRO S. MARTINO


MULTIMEDIA


ATTENTI ALLE TRUFFE


VITA IN DIOCESI...







 



 


METEO

Gruppi Giovani


AI GIOVANI OVER 18 DELLE PARROCCHIE DI SAN MARCO E SAN NICOLÒ

"RICOMINCIAMO"


Carissimi amici, 

come sempre settembre è il mese delle ripartenze e si riparte anche in comunità parrocchiale con una proposta concreta per nutrire la nostra vita di fede. Vuole essere una proposta realistica nei tempi e sostanziosa per andare all’essenziale dell’annuncio di fede. Ci rendiamo conto che non ci si può permettere di venire in parrocchia a perdere tempo, ne avete tutti poco e non ci si può perdere a fare cose secondarie…serve andare al cuore delle cose! 

La proposta è quella della LECTIO DIVINA mensile ovvero della riflessione sulla propria vita a partire dalla Parola di Dio: si tratta di una meditazione, proposta da un sacerdote, di non più di 20 minuti seguita da un tempo di silenzio e poi da un lavoro di condivisione.
Questa iniziativa non è solo delle nostre parrocchie ma abbraccia tutto il nostro Vicariato, ecco quindi la ricchezza di avere più voci che guideranno il lavoro e molti volti che avremo l’occasione di incrociare.

Prima di darvi il calendario vorremmo arrivare alla richiesta che questa proposta presuppone: L’UMILTA’. Ebbene si, vi chiediamo di essere umili e di accogliere questa proposta senza brontolare e senza disprezzarla con un presuntuoso “Non è ciò di cui abbiamo bisogno”.

Della Parola di Dio abbiamo il più grande bisogno e l’opportunità di accoglierla insieme sarà sicuramente ricca di sorprese; in fondo si tratta di metterci alla scuola del Maestro e vivere un aspetto fondamentale della fede: l’ascolto. Lo spazio di condivisione che coronerà tutti i momenti sarà il modo di far circolare tra noi la ricchezza della Parola del Signore.

Ovviamente non siamo una realtà isolata, siamo parte del corpo della Chiesa e possiamo respirare con il ritmo di questo corpo meraviglioso, ecco perché il primo passo che vi proponiamo è di partecipare alla giornata di formazione per gli adulti domenica 30 settembre alla Gazzera dove il patriarca Francesco terrà una relazione che ci auguriamo ci consegni un buon punto di partenza. Il secondo passo sarà sempre in trasferta con l’incontro a Busa di Vigonza con don Luigi Epicoco un sacerdote dell’Aquila molto stimato nella realtà giovanile italiana. Da novembre partirà la LECTIO nella modalità illustrata sopra.

Insieme con questo torniamo a proporre anche la partecipazione ai corsi ad Assisi a cura dei frati minori, occasione che già alcuni hanno colto con grandi frutti spirituali. Nel calendario riportato di seguito vedrai moltissime date tra le quali ti invitiamo a scegliere, tenendo conto che la partecipazione dovrà necessariamente venire prima di altri impegni e chiederti un sacrificio di giorni che non potrai dedicare ad altro.

Preghiamo il Signore, che con questa proposta bussa alla vostra porta, di suscitare in voi con il suo Spirito Santo una risposta positiva ed entusiasta, libera da pregiudizi e sospetti. 

Chiaramene tutto questo dà per presupposta ancora una cosa… non è secondario dirlo: la partecipazione fedele all’Eucaristia domenicale, sempre senza eccezioni! Essa è la vera e grande ricchezza del cristiano. Le nostre comunità in questi mesi metteranno in campo tutti gli sforzi possibili per recuperare la centralità della messa e la sua comprensione, ma per fare questo abbiamo bisogno della tua presenza! 

Ti invitiamo allora a prendere in considerazione questi appuntamenti con vera e curiosa disponibilità.

Don Gino e don Mauro


ITINERARIO DI FORMAZIONE PER I GIOVANI OVER 18





IL CAMMINO DEI RAGAZZI DELLE SUPERIORI NELLA NOSTRA PARROCCHIA

I 4 PILASTRI


I giovani sono il nostro futuro, la Chiesa li cura come i suoi tesori più cari. Sono al cuore della passione educativa della comunità dal momento che nell’adolescenza si assumono i criteri più importanti per decidere che adulti essere.

Ai ragazzi delle superiori viene proposto un cammino che possa permettere loro di incontrare il Signore attraverso la vita di una comunità, a condizione che alla proposta segua l’impegno del ragazzo o della ragazza senza il quale non sarà possibile “costruire” alcunché.

Parliamo di pilastri perché mettiamo tra le mani dei ragazzi gli elementi irrinunciabili del cammino di fede di un cristiano che desideri essere tale. Badate bene, non un’invenzione dei preti della parrocchia o degli animatori, ma una sincera consegna degli strumenti che il popolo di Dio ha vissuto in questi duemila anni; non ci inventiamo nulla, ma doniamo ai ragazzi ciò che anche noi abbiamo ricevuto:

CONSEGNE DI 4 PILASTRI:

1)       L’Eucaristia settimanale fedele e la confessione frequente

I sacramenti sono il dono principale di Cristo alla sua Chiesa, sono quindi essenziali per una vera vita di fede. Invitiamo i ragazzi a vivere la Santa Messa delle 18.30 del sabato sera. 

Circa la Santa Messa leggiamo le parole di san Giovanni Paolo II:

“Essa è un giorno che sta nel cuore stesso della vita cristiana. Se, fin dall'inizio del mio Pontificato, non mi sono stancato di ripetere: « Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! », in questa stessa linea vorrei oggi invitare tutti con forza a riscoprire la domenica: Non abbiate paura di dare il vostro tempo a Cristo! Sì, apriamo a Cristo il nostro tempo, perché egli lo possa illuminare e indirizzare. Egli è Colui che conosce il segreto del tempo e il segreto dell'eterno, e ci consegna il « suo giorno » come un dono sempre nuovo del suo amore. La riscoperta di questo giorno è grazia da implorare, non solo per vivere in pienezza le esigenze proprie della fede, ma anche per dare concreta risposta ad aneliti intimi e veri che sono in ogni essere umano. Il tempo donato a Cristo non è mai tempo perduto, ma piuttosto tempo guadagnato per l'umanizzazione profonda dei nostri rapporti e della nostra vita.” (dalla lettera apostolica Dies Domini).

 

2)      La vita della comunità attraverso il gruppo dei coetanei

Si concretizza nell’incontro settimanale in parrocchia il venerdì sera alle 20.30.

La fede è dono che nessuno può darsi da solo e che viene fatta maturare all’interno della comunità di chi l’ha incontrato, di chi l’ha sperimentato. “Non può avere Dio come Padre chi non ha la Chiesa come madre”. (San Cipriano).

 

3)      La Parola del Vangelo

A tutti i ragazzi viene consegnato un libretto con le letture della messa di ogni giorno per poter attingere quotidianamente alla Parola di Dio.

“Leggere ogni giorno una pagina del Vangelo per dieci, quindici minuti e non di più, tenendo «fisso lo sguardo su Gesù» per immaginarmi nella scena e parlare con lui, come mi viene dal cuore: queste sono le caratteristiche della preghiera, vera sorgente di speranza per la nostra vita.” (Francesco, omelia a santa Marta)

 

4)      La preghiera personale (cuscino): tra grazie e aiuto

La consegna di un cuscino da tenere sul proprio letto è il segno per ricordarci della preghiera al termine della giornata, perché la preghiera è la benzina della vita di fede.

 

OBIETTIVOvivere la vita in tutti i suoi ambiti e con più intensità e verità possibile. Non “essere bravi” in parrocchia e poi fuori si vive seguendo altri criteri! In poche parole desideriamo far conoscere Gesù Cristo ai nostri ragazzi!